<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://dc.ads.linkedin.com/collect/?pid=245801&amp;fmt=gif">
  • Blog
  • CFO: 3 motivi per cui deve prendere parte alla scelta del gestionale aziendale

CFO: 3 motivi per cui deve prendere parte alla scelta del gestionale aziendale

Quanto conta il Chief Financial Officer nella scelta del gestionale aziendale? Dipende. Ma forse la prima domanda da porsi è: perché il CFO dovrebbe prendere parte attivamente alla scelta della soluzione gestionale per la sua impresa?

Ci sono almeno 3 motivi per cui dovrebbe farlo.

Ma andiamo con ordine...

Il ruolo del CFO è in continua evoluzione e a lui è richiesto, in maniera sempre maggiore, di mettere a disposizione dell'azienda le proprie capacità e competenze non solo per gestire i flussi finanziari ma anche per contribuire alla crescita strategica della società.

Questa evoluzione fa sorgere nuove e diverse sfide per i direttori finanziari, che hanno bisogno di utilizzare tutti gli strumenti a loro disposizione per prendere decisioni efficaci basate su dati e prove attendibili. In una parola: numeri.

I benefici che un gestionale può offrire ai direttori finanziari sono diversi, ma quello più importante da sottolineare è che questo tipo di software offre una visione d’insieme e sintetica dell’azienda rispetto al raggiungimento degli obiettivi strategici.

I gestionali di ultima generazione sono molto più che semplici programmi di tipo amministrativo come i primi ERP: sono uno strumento prezioso che consente al management di migliorare il processo decisionale abbattendo i costi e ottimizzando tutti i flussi aziendali.

La “CFO Pulse Survey” di Korn Ferry International, che risale ormai al 2013, dimostra come da tempo più della metà dei CFO (51,8%) cerchi soluzioni per la crescita dei ricavi all'interno delle proprie organizzazioni, mentre il 37,6% sia maggiormente preoccupato di tenere il passo con i cambiamenti normativi. Un altro 24,7% ha dichiarato di voler migliorare la gestione dei rischi aziendali.

Ogni CFO dovrebbe partecipare attivamente alla scelta del gestionale aziendale perché grazie a questo strumento può ottenere vantaggi considerevoli per il proprio lavoro. Sia per quanto concerne gli aspetti prettamente legati al team finance che per i nuovi compiti che derivano da quell'evoluzione del suo ruolo in azienda di cui abbiamo parlato poco fa.

Vediamo, quindi, i principali motivi.

1. Prendere decisioni più efficaci

Con un gestionale a loro disposizione, i direttori finanziari possono ottenere informazioni dettagliate in tempo reale su tutto ciò che sta accadendo all'interno del settore finanziario e di tutti gli altri dipartimenti e funzioni aziendali.

L'ideale per i CFO è avere accesso a tutte le informazioni rilevanti ed è qui che questi programmi offrono un autentico valore aggiunto: sia per la funzione di analisi, che per quella di reportistica. I dati divisi per settore e raccolti in compartimenti stagni sono di scarsa utilità per chi deve guidare la politica finanziaria aziendale. 

Ma grazie ai software gestionali tutte le informazioni importanti vengono già raccolte e incrociate dal sistema automaticamente e il direttore finanziario deve unicamente interpretarne il significato. Significato che, ovviamente, sarà più chiaro grazie alla visione complessiva di cui egli potrà beneficiare.

Anche perché sappiamo bene come un CFO debba prendere decisioni cruciali basate su una serie di variabili diverse, ciascuna delle quali è influenzata dalle altre.

La centralizzazione dei dati in una soluzione gestionale supera questo ostacolo e garantisce che tutti i fattori rilevanti siano presi in considerazione.

Senza contare che questi programmi permettono di essere sempre aggiornati sulle situazioni e dinamiche aziendali H24, 7 giorni su 7.

2. Ridurre i margini di errore e rispettare gli obblighi di legge

Queste soluzioni aiutano anche a garantire l'accuratezza delle informazioni, dal momento che le anomalie e gli errori possono essere individuati e segnalati in tempo.

Questo è fondamentale quando si parla di gestione della liquidità, in particolare perché è probabile che il CFO sia responsabile di budget considerevoli.

Anche gli errori apparentemente minori nei dati utilizzati per supportare il processo decisionale possono rivelarsi estremamente costosi quando scalati.

Ma ogni team finance deve sempre essere aggiornato per adempiere tempestivamente agli obblighi normativi e finanziari per evitare di incorrere in sanzioni e rischi che possono compromettere la competitività aziendale.

Come riuscirci? Una formazione professionale e aggiornamento costanti ormai non sono più sufficienti ma ci vuole uno strumento informatico che automatizzi questo processo. 

3. Risparmiare tempo

Tra le attività prioritarie della funzione finanziaria c'è senza dubbio quella di gestione dei conti. Un'azienda che vuole crescere e che è in forte espansione avrà una contabilità sempre più ampia e complessa.

Pensiamo poi a tutte quelle aziende che acquisiscono altre realtà e che devono quindi gestire più contabilità con sforzi davvero considerevoli, sia in termini di impegno che di tempo. Per questo motivo in un gestionale, un direttore finanziario deve cercare uno strumento che semplifichi la gestione di tutte le operazioni contabili.

Insomma, possiamo affermare che questi programmi sono essenziali non solo per le funzioni classiche di un CFO e di un team finance, ma anche per le nuove sfide che l'evoluzione di questa figura all'interno del management aziendale sta comportando.

Quindi, partecipare alla scelta del gestionale aziendale è nell'interesse di ogni direttore finanziario.

 

 New Call-to-action