<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://dc.ads.linkedin.com/collect/?pid=245801&amp;fmt=gif">
  • Blog
  • Come migliorare il piano di produzione grazie a Paper NG

Come migliorare il piano di produzione grazie a Paper NG

Il piano di produzione nell’industria della carta è una colonna fondamentale dell’intero ciclo di lavorazione. La sua gestione, perciò, deve avvenire con criteri di efficienza che riescano a combinare insieme l’ottimizzazione delle risorse, la riduzione dei costi e il rispetto delle tempistiche di consegna. È quello che consente di fare Paper NG, la soluzione modulare sviluppata da Sirio per le cartiere, le aziende di cartone ondulato e gli scatolifici. Paper NG, infatti, è un’architettura informativa completa per il mondo della carta che prevede verticalizzazioni specifiche in base al comparto specifico in cui trova impiego. Che si tratti di carta tissue o di imballaggi, mette a disposizione delle imprese strumenti evoluti in grado di governare al meglio i loro processi produttivi e logistici. Il primo di questi strumenti è un sistema integrato di schedulazione di tutte le risorse o APS (Advanced Planning and Scheduling). Vediamo, nel dettaglio, in cosa consiste e come funziona.


L’Advanced Planning and Scheduling di Paper NG

L’APS di Paper NG conferisce al piano di produzione del settore cartario un modello di controllo rigoroso, basato su algoritmi matematici configurabili grazie ai quali è possibile migliorare i setup e determinare i costi di produzione ideali. Inoltre, il sistema di schedulazione permette di verificare in tempo reale la disponibilità delle materie prime e delle attrezzature, scongiurando così il rischio di non rispettare le scadenze per approvvigionamenti deficitari o per linee sovraccariche. Una verifica che si ottiene abbinando indici di performance e confrontandoli con eventuali parametri di incongruenza riguardanti i vincoli di disponibilità. A regime, il piano di produzione garantito da Paper NG assicura una programmazione sul breve e sul medio-lungo periodo che risponde a qualsiasi tipo di commessa, offrendo al management dell’azienda un quadro attendibile ai fini delle decisioni da prendere. Con il vantaggio di semplificare enormemente la gestione del piano di produzione che, solitamente, è affidata all’incrocio dei dati su fogli di calcolo Excel che aumentano all’aumentare delle variabili da inserire.


Un’interfaccia che semplifica il piano produzione

La semplificazione nell’allestimento del piano di produzione è dovuta soprattutto all’interfaccia grafica user-friendly dello scheduler di Paper NG che si può decidere di far visualizzare, in tutto o in parte, in relazione al tipo di operatore utilizzatore: per esempio il responsabile di reparto o l’addetto a bordo macchina. Le funzionalità contemplate dall’APS sono tante e si prestano a diverse personalizzazioni a seconda delle query che si intendono impostare. Dalle colonne filtrabili alle icone di stato informazioni, l’interfaccia abilita a selezionare la singola commessa e il relativo diagramma di Gantt. Analogamente, consente di suddividere le risorse per famiglie e gruppi di macchine, a loro volta identificabili per tipologia nonché per reparto, dipartimento o fabbrica. Una possibilità, tale suddivisione, che non si limita alla fase di setup, ma che può essere esercitata anche durante quella di run-time, per esempio allo scopo di effettuare simulazioni spostando risorse in maniera controllata anche durante le lavorazioni. Così come il pool di ordini proveniente dall’ufficio commerciale è sempre aggiornabile con un’apposita funzione che collega dinamicamente il piano produzione all’area delle vendite.


Perché l’integrazione di APS, MES e WMS è meglio

Questo collegamento dinamico non riguarda soltanto il flusso tra piano di produzione e ufficio commerciale, ma si inserisce nell’architettura di Paper NG che, insieme all’APS, vede un’integrazione nativa con il MES (Manufacturing Execution System) e il WMS (Warehouse Management System). Il primo gestisce l’andamento produttivo raccogliendo i dati a bordo macchina, il secondo garantisce l’ottimizzazione della logistica e la piena tracciabilità a merci, semilavorati e prodotti finiti. Ciò significa che la schedulazione attinge continuamente informazioni dalle linee di produzione, dal magazzino e dalla logistica, incrociando gli indici teorici di produttività ed efficienza con la realtà fattuale dello stabilimento. Gli algoritmi dell’APS, perciò, vengono elaborati sulla base di dati certi e inoppugnabili sui quali proiettare un piano produzione realistico e in costante evoluzione, poiché si conforma man mano al fabbisogno, al monte ordini, alle disponibilità effettive di risorse, ai tempi di consegna ricavabili dalle commesse precedenti. Per questo un’industria della carta che utilizza Paper NG può contare su uno strumento per la pianificazione produzione, e non solo, fra i più accurati oggi presenti sul mercato.


Sirio Guida alla transizione verso l'impresa 4.0