<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://dc.ads.linkedin.com/collect/?pid=245801&amp;fmt=gif">

ERP distribuzione, funzioni e servizi da valutare in fase di software selection

Una soluzione specializzata ERP per distribuzione e commercio può aiutare significativamente chi opera nel settore. Per questo motivo è importante che, nella fase di selezione, vengano tenute in adeguata considerazione quelle che sono le specificità del ramo distribution. 

 

ERP distribuzione: cosa tenere in considerazione per la scelta 

Per un verso, i benefici potenziali sono concreti: per esempio, secondo alcune statistiche raccolte da Learn Hub, un incremento medio di consegne puntuali del 24%, una riduzione dei costi operativi del 23% e di quelli amministrativi del 22%. Per l’altro, lo sono anche i rischi: secondo altri dati, un progetto ERP comporta un budget overrun nel 64% dei casi, e in media richiede il 30% in più del tempo preventivato. 

Un rischio ancora più serio è quello di risolversi infine alla scelta di un ERP non adeguato alle proprie esigenze. Qui le conseguenze vanno oltre lo scarso ROI ottenuto dal progetto e possono compromettere le stesse capacità operative dell’azienda.  

Per evitare questi e altri problemi, dunque, è bene dedicare il giusto tempo all’esame di funzioni e servizi critici, must-have di un ERP per il settore distribuzione. Di seguito, una lista di 6 principali elementi da considerare. 

 1. ERP distribuzione: compliance 


Un ERP verticalizzato per la distribuzione dovrebbe in primo luogo garantire piena compliance normativa, oltre ad abilitare la tracciabilità completa di merci e processi. 

Sono entrambe condizioni essenziali per chi si occupa di distribuzione, chiamato a certificare tanto l’osservanza di norme e regolamenti di carattere generale, quanto il rispetto di specifiche linee guida dei propri partner commerciali.  

Le modalità di gestione della compliance sono perciò tra le prime caratteristiche da verificare in fase di software selection. Un ERP per la distribuzione che garantisca processi accurati e al tempo stesso rapidi, magari attraverso la workflow automation, offre un vantaggio competitivo significativo all’azienda che lo adotta.   

 2. ERP distribuzione: magazzino 


Se il core business di un operatore del settore è l’immissione sul mercato di prodotti e servizi, le modalità di tale inserimento devono essere precise, rapide e cost-effective. Pertanto, una soluzione ERP adeguata abilita un modello di distribuzione con queste caratteristiche a partire dalla gestione del magazzino. 

Funzioni e servizi cruciali da considerare, da questo punto di vista, riguardano la gestione delle movimentazioni, il monitoraggio degli stock, il controllo dei livelli di inventario, le pratiche di reso merce e altre funzioni legate alla rotazione dei prodotti. Sono tutti fattori essenziali per il buon funzionamento di un’azienda che si occupa di distribuzione. 

 3. ERP distribuzione: ordini


Un ERP per la distribuzione “tarato” sulle esigenze del settore ha un altro compito essenziale: snellire tutto il processo di gestione ordini. Ciò che avviene dalla ricezione di un ordine di acquisto alla spedizione dei prodotti coinvolge più ruoli e dipartimenti e riuscire a coordinare le operazioni è essenziale per un delivery davvero all’altezza. 

Anche sotto questo punto di vista, un ERP verticale, centrato sulle esigenze della distribuzione, assicura efficienza attraverso funzionalità specifiche che prevedono, per esempio, l’automazione delle operazioni iterative, l’integrazione e razionalizzazione dei processi e la gestione digitale dell’intero workflow. 

Un ERP costruito con queste caratteristiche migliora l’efficienza e i livelli di servizio di un’azienda, assicurando un’evasione ordini puntuale e agile.  

 4. ERP distribuzione: multicanalità 


Non soltanto un’esclusiva di chi si occupa di distribuzione e commercio, la multicanalità assume in quest’ambito particolare importanza. Gli addetti ai lavori, infatti, sono chiamati sempre più spesso a gestire e coordinare più canali di vendita: dalla rete di sales agent alla presenza online, via ecommerce o marketplace, al ricorso a intermediari o terzisti per la distribuzione diretta. 

La compresenza di questi canali è motivo spesso di ritardi e altri disguidi. Una soluzione ERP adeguata dovrebbe almeno prevenire tali problemi favorendo un migliore allineamento dei diversi endpoint. 

Funzionalità specifiche da considerare riguardano qui la sincronizzazione dei magazzini off- e online, la gestione automatica delle priorità nell’evasione degli ordini, la centralizzazione di dati eterogenei in una single source of truth. 

 5. ERP distribuzione: business Intelligence 


I dati sono il nuovo petrolio, diceva Clive Humby, per poi aggiungere, ma come il petrolio, se non vengono poi trattati non sono davvero utili. Per un ERP per la distribuzione, la gestione dei dati, in particolare quelli di Business Intelligence, è particolarmente importante.  

Le funzionalità di analytics aiutano infatti in fase di pianificazione e previsione, dove possono assicurare le giuste economie di scala. Disporre di insights affidabili sui trend di mercato, sulle richieste dei consumatori, sulle disponibilità effettive e sui prezzi praticati dai supplier consente di allineare domanda e offerta di mercato in maniera molto più efficace. 

Ciò significa anche, concretamente, ridurre la quota di stock e giacenze e offrire un servizio più rapido e puntuale ai clienti. 

 6. ERP distribuzione: promozioni 

L’ultimo aspetto è il più specifico del settore e anche uno dei più importanti su cui una soluzione ERP per la distribuzione è chiamata a intervenire, in particolare se opera nel ramo GDO. 

Una soluzione ERP per la distribuzione  dovrebbe in questo senso permettere una gestione agile delle condizioni commerciali. Sconti, offerte in volantino e altre iniziative promozionali sono piuttosto comuni nel settore distribuzione, e impongono procedure spesso complesse per essere soddisfatte. 

La possibilità di rispondere in maniera tempestiva a questo genere di richieste, di tracciare e rendicontare tutte le operazioni necessarie, ha quindi conseguenze decisamente positive per l’azienda. Le permette infatti di offrire standard di servizio più elevati, e soddisfare una quota importante di richieste commerciali.  

 

Per concludere 

Nella scelta di un ERP per distribuzione, valutare come le diverse soluzioni affrontano questi 6 macrotemi è essenziale per effettuare un investimento davvero produttivo. Un ERP specializzato offrirà infatti velocità di esecuzione, visibilità sui processi e fluidità di gestione, qualità fondamentali per competere con successo in questo settore.  

è-ora-di-sostituire-erp