<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://dc.ads.linkedin.com/collect/?pid=245801&amp;fmt=gif">

ERP per la ceramica, come semplifica l'approvvigionamento e la vendita

Il settore della ceramica sta attraversando un periodo non semplice, diviso fra la ripartenza che ha caratterizzato la fine del 2021 e i nuovi problemi legati agli approvvigionamenti che minacciano il secondo trimestre 2022. Ritrovare competitività in un momento così complicato significa trovare soluzioni innovative per migliorare gli approvvigionamenti, semplificare le vendite e in generale rendere più efficienti tutti i processi: produzione, movimentazione e soprattutto vendita. Un software ERP per la ceramica, specializzato nel settore, si rivela fondamentale per raggiungere questi obiettivi. 

 

ERP ceramica: indispensabile anche per la trasformazione digitale 

Come ha sottolineato il Presidente del Consiglio Mario Draghi in un intervento durante la visita al distretto ceramico di Sassuolo, “la ceramica italiana rimane un’eccellenza nel nostro panorama manifatturiero” anche in funzione degli investimenti importanti che da sempre caratterizzano il settore. 

Investimenti che, grazie anche al pilastro digitale del PNRR, oggi possono essere finalizzati alla trasformazione digitale. Perché questa porti reali vantaggi e non sia solo destinata a rimanere sulla carta, tuttavia, è necessario scegliere strumenti che siano in grado di portare un reale valore aggiunto al settore. L’ERP per la ceramica è, per questo, un prodotto nato con il preciso intento di favorire le aziende del settore nel processo di digitalizzazione.  

 

Come gli ERP per la ceramica semplificano l’approvvigionamento 

I tempi recenti ci stanno insegnando come non ci siano filiere completamente al riparo dagli eventi internazionali. In un mercato in cui i prezzi sono sempre più imprevedibili, tutto l’approvvigionamento deve poter essere controllato, analizzato e gestito in tempo reale, dalla gestione degli ordinativi presso fornitori e del loro stato di avanzamento, alla capacità di reperirle sul mercato, fino all’uso più parsimonioso possibile delle risorse. 

La gestione della supply chain è da sempre parte integrante delle soluzioni ERP. Le aziende interagiscono con vari fornitori e partner per ottenere le forniture al momento giusto, nella giusta quantità e al giusto prezzo per portare i prodotti finiti sul mercato. Un ERP verticale su uno specifico settore può aumentare la capacità di gestione delle forniture e ottimizzare i costi di movimentazione, anche attraverso una gestione coordinata dei lotti di fornitura. Gli ERP ottimizzano il percorso dei prodotti, in particolare nelle filiere che prevedono la produzione esterna, gestendo la movimentazione fino alla vendita soprattutto per quanto riguarda il settore della ceramica con tutte le specificità del caso come la gestione dei terzisti, i magazzini esterni e le merci in conto deposito fino ad arrivare, per esempio, alla gestione dei campionari o del conto lavoro.  

 

ERP ceramica: come funziona per le vendite 

Le esigenze del settore legate alla produzione, come la gestione dei toni, devono trovare riscontro lungo tutta la filiera aziendale, non solo produttiva. Qui le soluzioni ERP generaliste mostrano il fianco, non riuscendo a cogliere fino in fondo le particolarità dell’industria ceramica, se non attraverso complesse, dispendiose e faticose personalizzazioni che possono richiedere anni prima di arrivare a un sistema di gestione realmente utilizzabile.  

L’ERP ideale per il settore ceramico dispone nativamente di un ampio parco di funzionalità specifiche, dalla corretta gestione delle “pallette” come unità di carico, anche in termini di coordinamento con il settore commerciale, fino a quella relativa alle scontistiche, quest’ultima indispensabile per i rapporti con i clienti, spesso anche in virtù di accordi specifici e non ripetibili. Sappiamo infatti come una delle criticità del settore sia, da questo punto di vista, la complessità dei listini prezzi, sia per quantità di articoli sia per le diverse declinazioni commerciali.  

L’ERP per la ceramica deve essere in grado di gestire efficacemente tutta la filiera produttiva, interfacciandosi con i produttori terzisti da lato e con quelli di gestione dall’altro, orchestrando i dati e consentendo una visione completa su tutti gli aspetti critici dell’azienda. In questo modo permette di soddisfare tutte le esigenze, dalla PMI fino alla grande produttrice già presente sui mercati internazionali. 

CLICCA QUI per scaricare il White Paper: "ERP in cloud: come funziona?"