Evolvere l'industria del cartone ondulato con ERP e MES: il caso Pro-Gest

Anche l’industria del cartone ondulato, come ogni altro settore anche in ambito manifatturiero, deve affrontare oggi cambiamenti sempre più rapidi, con tempistiche sempre più ristrette. Per questo motivo, è fondamentale scegliere un partner in grado di garantire alle aziende una capacità di risposta sempre più repentina, affidabile e pronta.  

 

Come cambia l’industria del cartone ondulato 

Accanto a uno scenario economico e di mercato sempre più sfidante, ci sono altri temi che contribuiscono ad aumentare la complessità del settore. Come sottolinea anche il Gruppo Italiano Fabbricatori Cartone Ondulato (GIFCO), “l’aumento della regolamentazione del settore richiede maggiore efficienza, flessibilità e preparazione”. Lo fa nel riportare l’Activity Report 2021 della Federazione Europea dei Produttori di Cartone Ondulato (FEFCO), in cui le priorità – soprattutto in termini ambientali – ridefiniscono le strategie del prossimo futuro 

 

Evolvere l’industria del cartone ondulato a partire dal digitale 

Il caso del Gruppo Pro-Gest, che ha scelto di utilizzare le soluzioni di Sirio realizzate per il settore cartario, spiega perfettamente il processo di trasformazione in atto. L’azienda, infatti, aveva la necessità di integrare le operazioni di 23 stabilimenti in 7 regioni italiane, orchestrando l’organizzazione e le sue risorse.  

La soluzione Sirio è un ecosistema composto dall’ERP Sipac e dal MES Paper NG. Due software che, insieme, garantiscono la gestione ottimizzata di tutte le aree aziendali integrandone tutti i processi, dal controllo di gestione fino alla produzione e alla logistica. Il passaggio alla fatturazione elettronica, obbligatoria dal 2019, è stata poi l’esigenza immediata da affrontare, diventando poi l’occasione giusta per risolvere alcune criticità fondamentali: 

  • Necessità di integrazione di tutti gli asset. Dalle cartiere agli ondulatori, è imprescindibile ricorrere a una piattaforma digitale unificata che possa garantire il dialogo efficace e in tempo reale di tutti i sistemi produttivi distribuiti sul territorio 

  • Necessità di sviluppo di soluzioni personalizzate in ottica di Industria 4.0, per accompagnare la trasformazione organizzativa e produttiva del Gruppo 

  • Gestione distribuita su più stabilimenti, in particolar modo per produzioni specifiche. 

Attraverso Paper NG, l’azienda ha scelto di raccogliere e vincere la sfida che Industria 4.0 e Digital Transformation hanno lanciato alle imprese italiane, guadagnando competitività sul mercato e conquistando un vantaggio strategico attraverso l’ottimizzazione dei processi.  

 

La necessità di una intelligenza comune 

Il principale bisogno di Pro-Gest rispecchia quello di molte aziende italiane, non solo nell’industria del cartone ondulato: centralizzare la gestione dei dati, rendendola di facile accesso in azienda e lungo tutta la filiera, allo scopo di rendere più efficienti i flussi di lavorazione, aumentando la produzione, riducendo gli sprechi e ottimizzando i processi decisionali. 

Per raggiungere questo obiettivo, Paper NG ha dovuto interfacciarsi con la dotazione OT, già presente in azienda e composta da macchinari avanzati che, grazie agli strumenti di analisi e gestione innovativi forniti da questo ERP, hanno finalmente potuto esprimere al massimo il loro potenziale anche attraverso sistemi di analisi in tempo reale. 

 

L’ecosistema integrato SIPAC – Paper NG di Sirio per l’industria del cartone ondulato

Sirio, leader italiano nel mercato dell’IT con una consolidata esperienza nello sviluppo di software specializzati per il settore cartario ha progettato Sipac, l’ERP specifico per ondulatori, scatolifici e stabilimenti integrati che implementa la gestione commerciale e amministrativa completa e il controllo di gestione dell’azienda.  

A Sipac si affianca Paper NG, il MES di Sirio che, nel caso specifico del progetto sviluppato per Pro-Gest, ottimizza la produzione e la logistica aziendale secondo i paradigmi dell’Industria 4.0 grazie ai moduliAdvanced Planning and Scheduling (APS), Manufacturing Execution System (MES) e Warehouse Management System (WMS). 

In particolare, l’ultimo modulo appena menzionato per la gestione del magazzino include le funzionalità necessarie in termini di tracciabilità, garanzia alimentare e certificazioni forestali (FSC) lungo tutta la filiera integrata degli stabilimenti del gruppo. In questo modo, è possibile garantire il corretto tracciamento delle materie prime e delle lavorazioni, che oggi è una condizione necessaria per poter accedere alle certificazioni ambientali. 

Grazie alla Business Intelligence è possibile dotare il management di analisi avanzate a molteplici livelli – ad esempio per commessa, stabilimento e linea – così da consentire le migliori decisioni strategiche basate sui dati. 

Il lavoro svolto con Pro-Gest dimostra come, in presenza della giusta visione, non ci sono limiti ai vantaggi della trasformazione digitale, che da sfida diventa rapidamente collettore di opportunità, anche per le aziende caratterizzate da filiere complesse e articolate.  

CLICCA QUI per scaricare il White Paper: "ERP in cloud: come funziona?"