<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://dc.ads.linkedin.com/collect/?pid=245801&amp;fmt=gif">
  • Blog
  • Implementare la produzione a stock grazie ai software gestionali

Implementare la produzione a stock grazie ai software gestionali

Le nuove sfide per l’efficienza aziendale, nell’era della digital transformation, ripartono dalla produzione. Rispetto al passato, la gestione delle scorte è diventata sempre più centrale nei processi di miglioramento delle performance aziendali. Ecco perché il modello di produzione a stock si è affermato come uno dei più utilizzati.

Rischi e i vantaggi della produzione a stock

In sostanza, la produzione a stock (in inglese “make to stock”) è quella basata sulle previsioni di vendita. Vale a dire che i prodotti vengono realizzati e la vendita avviene in un secondo momento. Nessuno vuole restare con le proprie merci ferme in magazzino per mesi o anni. Se poi si tratta di prodotti soggetti a obsolescenza, ecco che questo sistema potrebbe rivelarsi un boomerang pericoloso.

Naturalmente si tratta di un processo “rischioso” se non governato correttamente rispetto alla tradizionale produzione su ordinazione. Tuttavia garantisce la possibilità all’azienda di essere competitiva e rispondere nei tempi più rapidi possibili alle esigenze dei propri clientiL'efficacia di una strategia make to stock dipende quindi dalla capacità di un'azienda di prevedere la domanda futura dei propri clienti. Questo diventa piuttosto complicato quando un'azienda opera in un settore con cicli di vendita o stagionali.

Ecco perché l’utilizzo di software gestionali è assolutamente indispensabile se si vuole implementare la produzione a stock della propria impresa e, in generale, governare tutto il processo logistico. Prima di vedere in che modo i gestionali possono riuscirci, una precisazione è d’obbligo. Sebbene l’attività di previsione delle vendite sia distinta da quella di pianificazione in quanto la prima consiste nella proiezione della domanda attesa futura di un prodotto, mentre la seconda definisce l’insieme di strategie e azioni manageriali per soddisfare la domanda prevista, è innegabile come una corretta previsione sia essenziale per attuare una pianificazione strategica di successo.

Come implementare la produzione a stock grazie ai software gestionali

Governare in modo efficiente la produzione make to stock significa evitare di accumulare troppi prodotti che restano invenduti per lungo tempo e, allo stesso modo, scongiurare il rischio di rotture di stock avere sempre sotto controllo e in equilibrio alcuni parametri per definire:

  • Pianificazione del fabbisogno di materiale (Material Requirements Planning)
  • Gestione della produzione a stock di prodotti finiti e/o semilavorati
  • Definizione dati di magazzino (scorta minima, lotto di riordino, etc…)
  • Lead Time acquisto prodotti/produzione

Questo significa che un software gestionale deve, prima di tutto, occuparsi della gestione complessiva degli ordini, dal momento in cui se ne inserisce uno fino alla spedizione finale.

Tuttavia, monitorare e tracciare il loro avanzamento in ogni fase della supply chain non è sufficiente per implementare una produzione per magazzino. Né lo è un semplice accesso allo storico di un cliente per analizzare i suoi ordini passati cercando di tracciare una previsione di quelli futuri. Queste sono condizioni necessarie ma non sufficienti per implementare la produzione a stock. Un ERP davvero efficace in tal senso deve essere in grado di:

  • Raccogliere e gestire gli ordini
  • Definire le risorse produttive e i relativi costi
  • Elaborare i calendari di produzione
  • Gestire le distinte base e i piani di produzione

La gestione delle distinte base dei prodotti è un requisito fondamentale per la creazione automatica degli ordini di produzione, per il calcolo dei fabbisogni, per l’immissione dei cicli contenenti le fasi e i tempi di lavorazione.

Ovviamente il processo di produzione a stock deve potersi integrare nel meccanismo complessivo della produzione standard. Ecco perché un programma gestionale deve essere in grado in ogni momento di calcolare la disponibilità di ogni articolo alla data di consegna richiesta, considerando le giacenze e considerando sia gli ordini clienti che quelli di produzione.

Considerazioni finali

Scegliere il software gestionale corretto diventa quindi fondamentale per implementare la produzione a stock in modo efficace. Il programma deve infatti gestire la produzione, l’impegno dei materiali a magazzino e la pianificazione delle scorte. Deve, allo stesso tempo, fornire un quadro strategico sempre aggiornato all’azienda per calcolare la domanda futura da parte dei clienti assicurando la massima redditività del processo di produzione.

New Call-to-action