<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://dc.ads.linkedin.com/collect/?pid=245801&amp;fmt=gif">
  • Blog
  • Negozio Shopify: come vendere i tuoi prodotti in 3 semplici mosse

Negozio Shopify: come vendere i tuoi prodotti in 3 semplici mosse

Sono tante le aziende che negli ultimi anni hanno avviato un negozio con Shopify, una delle piattaforme SaaS per l’e-commerce più celebri e utilizzate sia dalle piccole aziende alle prime armi che dai business più ampi e strutturati. Questa versatilità è probabilmente una delle ragioni del successo di una piattaforma sulla quale gravitano più di 1 milione di negozi in 175 paesi. Tuttavia, aprire un negozio su Shopify non è sinonimo di successo automatico. Al di là delle funzionalità di base a disposizione di qualsiasi tipo di business, quello che fa la differenza è la capacità di sfruttare al massimo le potenzialità di questa piattaforma per vendere i propri prodotti online. Partiamo da un presupposto: rispetto a colossi del mondo marketplace come Amazon o eBay, Shopify è una piattaforma completa e dotata di tutti gli strumenti necessari per la creazione di un e-commerce (dalla registrazione del dominio alla vendita degli oggetti) in modo totalmente autonomo e personalizzabile, dal layout grafico fino alle modalità di pagamento. Come massimizzare le vendite dei i propri prodotti su un negozio Shopify? Vediamo tre semplici mosse che possono aiutare il tuo e-shop.


1. Puntare su video, immagini e schede prodotto

Se il limite principale dello shopping online è quello di non poter esaminare dal vivo il prodotto, l’unico modo per bypassare il problema è quello di sfruttare al massimo video, immagini e schede prodotto. I primi due servono per invogliare l’utente all’acquisto, mentre la scheda è utile per fornire tutte le informazioni di cui può avere bisogno.

L’utilizzo di immagini professionali (su sfondo bianco o ambientate) è ormai un punto fermo della maggior parte degli e-commerce. Immagini accattivanti e d’impatto aumentano le chance di vendita. Shopify offre anche la possibilità di caricare video dei prodotti sul proprio negozio per mostrare ogni articolo in modo dettagliato. Sono diversi gli studi e le ricerche che dimostrano infatti come l’utilizzo dei video online aumenti le possibilità di vendita. Ma ricorda: niente video lunghi o complicati. Bastano solo pochi secondi.


2. Gestire sconti e promozioni

Sappiamo bene che sconti e promozioni rappresentano un fattore determinante nelle vendite di qualsiasi prodotto. Se pensi al tuo negozio Shopify, non si tratta solo di comunicarli efficacemente ai potenziali clienti, ma di selezionare il tipo di promozione con le maggiori possibilità di conversione del tuo target.

Nella gestione di un negozio online è essenziale prevedere la creazione e la gestione di diverse tipologie di promozione, sia dal punto di vista temporale che del tipo di prodotti. Ci sono promozioni costanti (come quelle che di solito si riservano ai nuovi clienti o a quelli più fedeli) e quelle valide per un determinato periodo di tempo (Black Friday, Cyber Monday, e così via). Non si tratta solo di giocare” con il principio di scarsità e urgenza per spingere l’utente ad acquistare, bensì di impostare promozioni personalizzate. Ecco perché nella scelta di uno sconto o promozione è importante:

  • definire il target a cui riservare la promo;
  • selezionare i prodotti per quantità e/o per valore;
  • impostare la tipologia di promozione da applicare (dallo sconto percentuale al classico 3x2, ma anche gli omaggi al raggiungimento di un certo importo acquistato).

 
3. Garantire consegne rapide e puntuali con Shopify

Se è vero che la puntualità di una consegna dipende anche dal corriere, il venditore può fare molto per snellire il processo. Tutte le aziende che hanno successo online sono in grado di garantire consegne precise e puntuali. Ciò non significa per forza la consegna in tutta Italia entro 24 ore, ma il rispetto dei tempi e una buona comunicazione nella procedura di checkout.

Ciò inizia dalla possibilità di gestire tutta la documentazione, come fatture accompagnatorie, ricevute di vendita e perfino lettere di vettura in modo rapido ed automatico. A questo proposito è anche utile spiegare chiaramente modi e termini delle spedizioni, oltre che la politica dei resi dell’azienda.

In conclusione, quelli che abbiamo analizzato sono solo tre fra i molti accorgimenti che aiutano le aziende ad incrementare le proprie vendite su un negozio Shopify. Tuttavia, è bene precisare come, se le piccole realtà che fanno dropshipping e utilizzano esclusivamente questo canale di vendita online possono sfruttare le funzionalità base del proprio CMS, per le aziende del mondo retail il discorso è più complesso.

Queste ultime, infatti, devono occuparsi di vendite nei negozi fisici, sul proprio e-commerce ufficiale e su marketplace. Per questo la loro esigenza non è solo quella di creare un negozio Shopify, bensì di gestire quello e tutti i canali di vendita in modo automatico e completamente integrato.

Scegliere una suite per la gestione del cliente, del punto vendita e della rete distributiva diventa dunque la mossa decisiva per vendere i propri prodotti online.

White Paper PANTHERA - Come scegliere un ERP al tempo della Smart Manufacturing