<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://dc.ads.linkedin.com/collect/?pid=245801&amp;fmt=gif">
  • Blog
  • Power B, ecco la rivoluzione mobile degli applicativi RPG

Power B, ecco la rivoluzione mobile degli applicativi RPG

Power B è il modulo che ha ridefinito le regole della conversione degli applicativi RPG per AS400, potenziando realmente le funzionalità dei programmi che girano sulla storica piattaforma IBM. Un risultato possibile dopo un lungo percorso di sviluppo iniziato quindici anni fa, quando Sirio lanciò la prima release di Webgate400, il tool di modernizzazione per AS400. A quella ne sono seguite numerose altre che hanno via via ottimizzato il percorso di conversione degli applicativi, ma mai nessuna si era spinta tanto avanti da meritarsi l’appellativo di “rivoluzione mobile”.


Power B, la rivoluzione mobile degli applicativi RPG per IBM i

Esagerato? No. Perché se pensiamo che gli applicativi per i sistemi IBM sono stati scritti in linguaggi di programmazione, come l’RPG, l’idea di renderli “Smart”, disponibili su cellulari e tablet senza toccare il codice sorgente, risultava fuori dalla portata di quasi tutti i programmi di conversione in commercio.

La strada percorsa è stata quella di puntare su un approccio Internet nativo, rendendo disponibili tutti gli applicativi da browser in un unico ambiente (Webgate400), lasciando che la versione originaria degli stessi continuasse a girare sulla piattaforma IBM e fosse pienamente accessibile dagli utenti.
Ecco perché, più che di conversione, o modernizzazione, probabilmente è corretto parlare di evoluzione. Questa scelta vincente ha consentito di portare tutti i programmi nel classico 5250 neroverde IBM sui dispositivi mobile, accessibili sia tramite tutti i più comuni browser sia tramite l’app di gestione gratuita. Inoltre, ha aperto la strada alla digital transformation in ottica 4.0, supportando un dialogo sicuro (protetto tramite protocollo SSL) con sensori e dispositivi wearable.

In sostanza tutti i “vecchi” programmi scritti in RPG diventano finalmente multipiattaforma, andando a colmare un gap dei gestionali che girano su IBM i. Perché se la piattaforma del colosso americano non ha eguali nel campo della sicurezza e della stabilità (nonché della longevità), il limite maggiore che l’aveva in parte penalizzata negli ultimi anni era proprio quello di un approccio mono-device. Limite superato proprio grazie a Power B.

Questo modulo di Webgate400 è stato sviluppato in modo da standardizzare look, metodi e funzionalità delle applicazioni web, al fine di produrre applicazioni gradevoli e omogenee dal punto di vista estetico ed ergonomico e, soprattutto, user friendly.

Il risultato è che l’utente, accedendo al modulo dal proprio smartphone e, per esempio, selezionando il nominativo di un cliente, può contattarlo telefonicamente, inviargli mail, sms, consultare la mappa per raggiungere la sua sede o condividere con lui documenti e contenuti multimediali. Ogni utente può̀ quindi utilizzare le sue applicazioni desktop anche su smartphone e tablet, sfruttando le funzionalità del device.


Oltre la solita conversione

Ovviamente, per essere davvero accessibile da ogni dispositivo, anche l’allineamento dei testi e dei font si adegua al device in uso. E Power B permette di impaginare le schermate di ogni applicativo come serve, integrando nuovi campi e funzionalità. Basta immaginare la schermata in neroverde dell’anagrafica clienti con il campo da selezionare e confermare con F1 per comprendere quanto un rapido scroll della pagina e un semplice tap sullo schermo touchscreen possano semplificare la vita.

Mentre la conversione degli applicativi RPG li rende sostanzialmente grafici, il tool di Webgate400 raggiunge nuovi livelli di modernizzazione rendendoli implementabili con numerosissime funzionalità altrimenti inaccessibili.

Pensiamo solo a come diventano più semplici e intuitive funzioni come:

  • i processi di gestione documentale
  • la generazione di report automatici personalizzabili
  • la gestione delle query
  • i processi di apposizione di firma digitale sui documenti
  • l’acquisizione documentale differita
  • le traduzioni multilanguage degli applicativi.

Ma la forza di Power B non sta solo nel portare gli applicativi RPG nel web, ma di completarsi col dispositivo in uso, integrando i suoi tools, come fotocamera, microfono, bussola, giroscopio, accelerometro, lettore di impronte digitali e altro ancora.


Conclusione

Come abbiamo visto altre volte, Power B non è solo il modulo di punta della release 9 di Webgate400, ma la soluzione che, meglio di tutte, valorizza gli investimenti aziendali in termini di software, sistemi di programmazione e sviluppo applicativi, senza dover cambiare piattaforma dopo tanti anni.

L’utilizzo delle applicazioni modernizzate attraverso i più comuni browser in HTML5, come Edge, Safari, Chorme, Opera o Mozilla (e tramite app disponibile su store Android e Apple), rende così i programmi accessibili anche in mobilità su tablet e smartphone con qualsiasi sistema operativo, velocizzando e semplificando il lavoro degli utenti. Anche di quelli - e sono tanti - che ormai hanno imparato a lavorare in 5250 dalla propria postazione Pc alla “velocità della luce”.

Power B migliora il lavoro quotidiano per tutti. Anche per loro. Se è vero che le aziende che hanno provato Webgate non tornerebbero mai alla classica schermata in 5250, oggi, con un modulo come questo, hanno una ragione in più per tenersi stretta la propria piattaforma in versione smart e mobile.

Checklist-I_7_vantaggi_della_modernizzazione_delle_tue_applicazioni_gestionali_RPG_per_IBM_i